Castelli povero. Di neuroni.

Il caro senatore Roberto Castelli ieri sera ad una trasmissione su La7,  Piazzapulita, il programma condotto da Corrado Formigli,  si è dichiarato povero. Difficile a crederci ma è vero:  “Io facevo l’ingegnere prima di entrare in politica e posso dire che guadagnavo bene. Ora invece sono povero”. Alla domanda su quanto ha dichiarato nell’ultima dichiarazione dei redditi risponde così: “L’ultimo anno ho dichiarato 145mila euro l’anno. Non ho seconde case, non ho ville, non ho la Ferrari. Sono povero, in senso marxiano, nel senso che non posso permettermi di vivere di rendita.“.

Chiaramente in studio non l’hanno presa bene una dichiarazione simile, e il pubblico ha incominciato a rumoreggiare; I No Tav in collegamento dalla Val di Susa si girano dall’altra parte e danno le spalle ai telespettatori quando Castelli parla.

Ora c’è da chiedersi: questi parassiti incolti si rendono conto del mondo in cui vivono? C’è gente che prende 800 euro al mese, c’è gente disoccupata, e lui si sente povero con 145mila euro l’anno?

Spero per lui che se li goda in fretta. Non so se fra un anno avrà ancora il tempo di usarli,  quando partirà la guerra civile che andrà a cercare per primi proprio i poveri ladri che ci governano da anni. Solo se riuscirà a rialzarsi da terra. E non credo che il popolo abbia voglia di risparmiarli. Nemmeno in senso marxiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: